SERVIZI ALLA PERSONA

Servizi alla Persona

Consulenza Psicogiuridica


Il Centro svolge attività peritale soprattutto per ciò che attiene a problemi di coppia e di affidamento di minori in casi di separazione e divorzio, affido ed adozione e per tutto ciò che attiene al danno non patrimoniale (biologico, psicologico, esistenziale) a seguito di eventi traumatici.

L’attività peritale è svolta nell’ambito dell’Associazione Culturale Co.Me.Te., centro specializzato in Consulenza Mediazione Terapia nella Separazione, nell’ affidamento dei figli e nei problemi familiari con implicazioni di tipo giuridico. L’intervento è condotto da professionisti che condividono l’impianto teorico dell’Associazione Culturale e che operano individualmente.

 

 

Consulenza Pedagogica

Il Centro fornisce consulenza psico-pedagogica alle famiglie ed alle istituzioni, soprattutto in relazione ai problemi familiari, all’educazione dei figli, a stati di abbandono, adozione, tutela e affidamento di minori; inoltre propone una consulenza finalizzata alla valutazione delle abilità, delle competenze e degli apprendimenti.

DSA – Disturbi Specifici dell’Apprendimento

disturbi specifici apprendimento

Presso il Centro Comete è attivo un Servizio di Consulenza Neuropsicologica, Psicoterapeutica e Logopedica che prende in carico la famiglia nella sua globalità offrendo:

– prevenzione e individuazione precoce delle difficoltà emotive, relazionali, comportamentali e di apprendimento

– valutazione delle difficoltà e dei Disturbi Specifici dell’Apprendimento

– supporto e trattamento delle difficoltà e dei Disturbi Specifici dell’Apprendimento

– supporto e consulenza per le Istituzioni Scolastiche

E’ possibile inoltre accompagnare il recupero degli apprendimenti anche con interventi a domicilio a cura delle Tutor dell’Apprendimento.

 

Tutoraggio dell’apprendimento

Il Centro Co.Me.Te offre inoltre un servizio di tutoraggio dell’apprendimento.

Il tutor dell’apprendimento ha il compito di aiutare il bambino ad affrontare le difficoltà riscontrate nell’acquisizione delle competenze di letto-scrittura e logico-matematiche necessarie per far fronte alle richieste scolastiche.

Attraverso strumenti teorici e operativi ben validati, il tutor facilita i processi di apprendimento degli studenti e dei gruppi-classe, sui vari versanti cognitivi, metacognitivi ed emotivo-motivazionali dello studio.

Le tutor dell’apprendimento che collaborano con il centro, una pedagogista clinica e una psicologa, possono offrire un supporto completo nei vari ambiti dell’apprendimento scolastico fino ai disturbi dell’apprendimento, grazie a una formazione professionale ma complementare.

Gli ambiti di intervento sono:

  • Letto-scrittura: difficoltà di lettura (correttezza, velocità e comprensione), difficoltà di scrittura (ortografia, produzione, abilità visuo-spaziali), dislessia, disortografia, disgrafia, disturbo della comprensione del testo scritto.

  • Logico-matematico: difficoltà di calcolo, codifica e decodifica dei numeri, comprensione della quantità, risoluzione dei problemi, acquisizione degli automatismi del calcolo (tabelline, calcolo mentale).

  • Abilità cognitive: difficoltà di attenzione e meta cognizione, difficoltà di memorizzazione a breve e a lungo termine, disturbo di attenzione e iperattività (ADHD).

  • Metodi di studio: organizzazione di una metodologia individualizzata e specifica attraverso la stimolazione delle potenzialità dello studente, al fine di renderlo autonomo nello studio.

  • Motivazione all’apprendimento: interventi di incremento per la motivazione all’apprendimento.

 

Mediazione

La Mediazione Sistemica

La mediazione è un processo interattivo finalizzato al raggiungimento degli accordi nelle situazioni di conflitto che si instaurano in differenti contesti : familiare – comunitario – istituzionale e sociale (scolastica, penale e nei macro sistemi).
Al suo interno e’ possibile distinguere: la mediazione familiare nei contesti di separazione e divorzio. Processo di supporto alla famiglia, la mediazione familiare ha l’obiettivo di offrire ai coniugi o agli ex coniugi un contesto strutturato e protetto, in autonomia o in integrazione con l’ambiente giudiziario.

 

Terapia

La Terapia Familiare

Frequentemente il disagio psicologico della persona deriva da malessere e tensione familiare e, in ogni caso, la compromissione psicologica di un individuo si ripercuote su tutti i membri della famiglia in modo più o meno evidente, provocando ansia, sofferenza e dolore. Questo tipo di terapia si basa sull’individuazione e l’utilizzo delle risorse presenti nella famiglia, al fine di riattivare processi di comunicazione e relazionali che al momento della consulenza si trovano in fase di “stallo”.


La Terapia della Famiglia con i Bambini

Uno sguardo attento è rivolto alle difficoltà relative alla sfera emotivo – affettiva (ansia, instabilità, demotivazione, chiusura, eccessiva timidezza, aggressività, regressione, autosvalutazione, iperattività, fobia scolare, ecc.), quale forma di prevenzione rispetto allo strutturarsi di veri e propri disturbi psicologici. Il Centro offre una particolare cura al mondo della prima e seconda infanzia, attraverso un servizio di consulenza e terapia rivolto alle famiglie che si trovano ad affrontare situazioni di disagio relative ai problemi dei propri figli:  inserimento al nido e alla scuola dell’infanzia, piccole e grandi preoccupazioni che creano incertezza, apprensione e timore e che, se non affrontate nei tempi giusti, possono concorrere a creare malesseri più profondi.

La Famiglia e l’Adolescenza

La fascia di età della preadolescenza e dell’adolescenza necessita di un’attenzione particolare, in quanto rappresenta un processo evolutivo di elevata complessità dato che, la condizione di equilibrio stabilitasi nell’infanzia inizia a vacillare. I rapidi cambiamenti indotti dalla spinta puberale, associati alle forti pressioni sociali provenienti dal mondo esterno, infrangono la stabilità e la sicurezza dell’adolescente e, non sempre i genitori sono in grado di comprendere cosa avviene nella mente e nel corpo del proprio figlio. “Non lo riconosco più” – dicono frequentemente – “non so che cosa gli stia succedendo”.
E’ importante quindi tenere presente che si tratta di un processo evolutivo che non riguarda solo i ragazzi, ma l’intera famiglia, poiché  la difficoltà di comunicare, comune negli adolescenti, si manifesta anche negli adulti nel dover accettare il cambiamento,  rispondere positivamente ai nuovi bisogni, spesso contraddittori, di autonomia e al tempo stesso di protezione.
Presso il Centro funziona un servizio di consulenza e terapia mediante il quale lo psicoterapeuta individua i nuclei problematici, incoraggia e sostiene il processo di crescita nel pieno rispetto dei tempi individuali e familiari.

La Terapia di Coppia

coppia, mediazioneNon di rado i problemi psicologici della persona affondano le loro radici in conflitti di coppia protratti nel tempo.
La terapia di coppia offre ai coniugi l’opportunità di ricercare, insieme al terapeuta, le origini dei conflitti, ricostruendo la storia del loro legame, individuando gli intrecci e gli incastri che hanno rappresentato i fondamenti essenziali della loro unione. Grazie all’impegno congiunto i due coniugi possono giungere a livelli adeguati di reciproca conoscenza e comprensione, incrementando la soddisfazione nella relazione e ponendo in atto processi di cambiamento nella vita familiare.
Quando la crisi della coppia sfocia nella decisione della separazione, la terapia può rappresentare invece un’insostituibile risorsa per salvaguardare adeguate e corrette modalità comunicazionali e relazionali tra i coniugi, riducendo i conflitti e permettendo di giungere più serenamente al momento del divorzio. Il processo terapeutico dopo la decisione di separarsi restituisce ai membri della coppia quella fiducia nel legame che potrà permettere loro di intraprendere nuove relazioni con l’altro sesso e di lasciare una più ricca eredità di affetti ai figli.

La Psicoterapia Individuale

La terapia individuale è rivolta esclusivamente alla persona ed ha inizio, su richiesta e consenso del paziente, in seguito ad alcune sedute conoscitive e diagnostiche. Il terapeuta si pone l’obiettivo di promuovere un adeguato processo di integrazione tra le componenti emotivo-affettive e le componenti cognitive, attraverso una profonda conoscenza delle dinamiche intrapsichiche e relazionali del soggetto. La ricostruzione della propria storia, la ricerca e l’individuazione dei nuclei problematici, l’esame delle proprie emozioni e il conseguente percorso di ristrutturazione dei contenuti, permettono alla persona di giungere a una più serena relazione con se stessa e con l’ambiente.

Terapia alle Aziende

La terapia tratta i conflitti familiari in ambito aziendale. Particolare attenzione è rivolta nella fare del passaggio della dirigenza da una generaione all’altra o in particolari momenti quali, ad esempio, la separazione coniugale o la scomparsa del familiare titolare o del coniuge.
Altro supporto specifico è rivolto alla gestione dei conflitti in azienda ed all’ottimizzazione delle risorse e delle relazioni.

 

Consulenza pedagogico clinica

Il pedagogista clinico ha il compito di rispondere al vasto panorama dei bisogni educativi di ogni individuo, per offrire alla persona, o al gruppo, l’aiuto necessario per vincere ogni stato di disagio psicofisico e socio-relazionale e permettere il ripristino in se stessi di nuovi equilibri e nuove disponibilità allo scambio con gli altri.

Basandosi su una concezione di educazione in continuum indirizzata ad ogni circostanza di relazione, non si rivolge quindi ad aspetti settoriali, bensì alla globalità della persona, attraverso strategie capaci di aprire un ponte tra le potenzialità, le mille risorse, le reali possibilità e le difficoltà o disagi della persona, fino a sviluppare, migliorare e far emergere le sue abilità e capacità.

Parlare di Pedagogia Clinica significa quindi parlare di aiuto alla persona nella sua interezza e globalità, come entità psicofisica e sociale.

Il presupposto di base per il Pedagogista clinico è che per conoscere realmente una persona, e quindi riuscire ad aiutarla, non è possibile limitarsi a considerare una singola manifestazione o un elenco di “sintomi”, poiché l’individuo è un’unità complessa, risultato dell’interazione tra corporeità, intelletto e affettività.

Obiettivo del pedagogista clinico è educare la persona (dal latino educere, “trarre fuori”) ovvero aiutarla a trovare in se stessa le risorse necessarie per affrontare le situazioni difficili.

 

ogni professionista esercita la sua attività in modo autonomo, con propria partita iva.