SCUOLA PARENTALE PICCOLE COMETE

Cos’è la Scuola secondo Co.Me.Te.?

Gli obiettivi fondamentali della scuola sono quelli di conquistare il fanciullo, il suo interesse, mostrandosi amica per orientare poi verso la società l’interesse che ha saputo orientare su di sè. Nella scuola il compito dell’educatore è quello di evitare che l’alunno si scoraggi e che ritrovi fiducia in se
stesso.
Per ogni bambino è di fondamentale l’autostima ed il sentirsi adeguato ai compiti che gli vengono richiesti, sentendosi altresì al pari degli altri. Il ruolo fondamentale della scuola è confermare il bambino in tale percezione di sè, rinforzandola ulteriormente.

Cosa può offrire quindi la nostra Scuola?

La scuola parentale “Piccole comete”, a differenza delle scuole con classi assai numerose, ha classi molto ristrette con un educatore ogni tre alunni. Tale rapporto numerico educatore-alunno, consente di prendersi cura dei bisogni di ciascun bambino, supportandolo al raggiungimento del successo nel rispetto dei suoi tempi di apprendimento.

L’orario delle lezioni va dalle 9 alle 13.

Dopo le lezioni si evita di assegnare compiti pomeridiani nel rispetto delle attività ludico sportivo di cui ogni bambino ha necessità.

 

La scuola parentale è riconosciuta dalla Legge?

Al termine dell’anno scolastico, così come da normativa vigente (Dlgs 15/04/05 n.76, Dlgs 16/04/97 n.297), gli alunni sosterranno un esame attitudinale per essere ammessi alla classe successiva. Le lezione saranno svolte sulle materie proprie del percorso di studi (italiano, matematica, inglese, storia, geografia, scienze), con attività formative extrascolastiche che avranno luogo almeno due volte al mese. Sono previste visite a musei, fattorie didattiche, etc. che permetteranno agli alunni di prendere visione e di sperimentare ciò che studiano. In oltre sarà svolto un lavoro specifico sullo sviluppo delle emozioni e del pensiero critico, finalizzato a supportare gli alunni nella loro crescita. All’interno degli ambienti gli alunni potranno indossare calze antiscivolo, così da sentirsi più liberi ed a loro agio. per quanto attiene il tempo da dedicarsi all’arte sarà necessario disporre di un grambiule per consentire lo sviluppo della creatività attraverso varie attività ludico didattiche senza temere di sporcarsi.

 

Lo scopo della scuola è quello di trasformare gli specchi in finestre.
(Sydney J. Harris)

 

Di seguito potete leggere il testo integrale dei Dlgs di cui sopra:
dlgs160494
Dlgs 76_05